domenica 30 aprile 2017

"Una ghirlanda per ragazze", di Louisa May Alcott


Ciao a tutti! :D

Cosa vi viene in mente se dico "Louisa May Alcott"? :D
Scommetto che tutti avete risposto "Piccole Donne", e in effetti questa scrittrice americana deve la propria fama proprio al celebre libro per ragazzi che scrisse nel 1868! Ma la storia di Meg, Jo, Beth e Amy non fu certo l'unica partorita dalla sua mente brillante e in anticipo sui tempi... Anche i seguiti, purtroppo meno conosciuti, sono a dir poco bellissimi (penso soprattutto a I ragazzi di Jo *_*) e Louisa scrisse molto, molto altro, spaziando dai racconti per ragazzi a quelli di guerra, fino addirittura alle sensational novels (a mio parere non molto riuscite, ma comunque interessanti! xD). Se volete saperne di più date un'occhiata al post che le ho dedicato nella rubrica Scrittrici nella brughiera :D
L'ultimissimo tassello che è stato aggiunto alle opere di Louisa disponibili in italiano ci è giunto da Flower-ed, che per la gioia degli "archeologi letterari" come me (XD) continua a rispolverare queste opere semi-dimenticate :D
Si tratta di "Una ghirlanda per ragazze" (A Garland for girls) pubblicato nel 1887! ^^


Scritto dall'autrice durante un periodo di forzata immobilità, il libro contiene sette racconti, ognuno dei quali ha per titolo il nome di un fiore che rispecchia il carattere della protagonista.



-Biancospini

Un gruppo di ragazze di Boston si riunisce in un circolo che da frivolo si ripropone di diventare sempre più altruista e consapevole degli altri e dei loro bisogni. I candidi biancospini, che crescono in armonia stretti l'uno accanto all'altro, sembrano davvero mostrarci il candore e l'entusiasmo di queste ragazze! ^^





-Una coroncina di edera e scarpette da donna

Jessie e Laura vivono in povertà dopo aver perso tutti i propri averi, e dal momento che Laura (artista molto dotata) è invalida, è Jessie a provvedere ai loro bisogni lavorando come insegnante. Ma l'invito a una festa cambierà il destino di entrambe. La coroncina d'edera che Jessie indossa alla festa riesce, nella sua semplicità, a rendere più vivo e fresco il suo abito modesto, simboleggiando la raffinatezza e la dignità che la protagonista mantiene anche nei rovesci di fortuna.

-Viole del pensiero

Questi allegri fiorellini (che non mancano mai di ricordarmi il cartone animato Alice nel paese delle meraviglie, dove a dire il vero non erano poi molto simpatiche xD) ben rappresentano il gruppetto di giovani lettrici a cui un'anziana signora racconta alcune storie del passato. George Eliot, Wordsworth e altri scrittori accompagnano i protagonisti di questo racconto intessuto di libri e amore.




-Ninfee

La ninfea, che si erge splendida sopra acque torbide, ben rappresenta la coraggiosa e orgogliosa Ruth, che trascorre la propria vita su un'isola di pescatori lavorando senza sosta. Ma la sua vita è destinata a cambiare...




-Papaveri e grano



Gli allegri papaveri e il grano che biondeggia nei campi rappresentano rispettivamente due ragazze: la frivola Ethel e l'assennata Jenny, che si trovano in viaggio in Europa. Scoprendo le meraviglie di Francia, Svizzera e Italia le due impareranno anche a conoscersi meglio!

-Piccolo bocciolo di rosa

Il bocciolo di rosa è la piccola Rosamond (chiamata anche Rosy), bambina vivace e chiacchierina che porta lo scompiglio nella vita delle tre cugine Penny, Henny e Cicely, presso cui va a vivere.










-Alloro di montagna e capelvenere



Anche qui abbiamo due ragazze, dalla vita molto diversa: la robusta Becky, che manda avanti una fattoria in montagna, e la malaticcia Emily, che lì si è recata per rimettersi in forze. Mi hanno ricordato molto Heidi e Clara! xD


In questi racconti ci sono tutti i temi cari all'autrice: la Letteratura e l'onesto lavoro come mezzi per elevare lo spirito, la semplicità, la genuinità e l'amore per gli altri. Descritti così potrebbero sembrare racconti molto stucchevoli, ma vi assicuro che non lo sono affatto. Innanzitutto perché, come ho pensato spesso anche leggendo Dickens, i buoni sentimenti non passano mai di moda, ma anche perché una grande scrittrice come la Alcott poteva permettersi di spandere miele a profusione sulle proprie opere senza mai far fare indigestione al lettore, grazie al suo stile schietto e sincero...E poi la vita di carità che ella stessa visse ci mostra come credesse sinceramente in ciò che scriveva, il che rende le sue opere ancora più preziose ^^

Eccovi alcune belle citazioni  *_*

"Non essere ingorda e non leggere troppo; accumulare e spizzicare qua e là è negativo quanto una lettura caotica o la non lettura. Scegli attentamente, leggi intelligentemente e assimila scrupolosamente ogni libro e in questo modo lo renderai davvero tuo".
(chissà perché qui mi sento chiamata in causa ahaha xD)

"Così ella assorbì la poesia e il fascino scozzese con la nebbia e l'aria tagliente delle brughiere e fiorì come la graziosa erica con la quale amava agghindarsi".


Titolo: Una ghirlanda per ragazze
Autore: Louisa May Alcott
Editore: Flower-ed
N. Pagine: 298
Prezzo cartaceo (disponibile su Lulu e Amazon): 16 euro
Prezzo Ebook: 7,99 Euro

Traduzione e cura di Riccardo Mainetti


A presto! :*

2 commenti:

  1. Grazie infinite della meravigliosa recensione! 😊 Ma sai che non mi era venuto in mente il parallelo tra le protagoniste dell'ultimo racconto con Clara e Heidi? Grazie per avermelo ricordato! ☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! *_* :D
      Ahaha sì, visto lo scenario mi sono subito venute in mente, anche quella è una storia che amo molto! :DD

      Elimina