mercoledì 13 settembre 2017

"Due occhi azzurri", di Thomas Hardy


Ciao a tutti! :D

ieri finalmente ho finito di leggere (all'1,30 di notte...) "Due occhi azzurri" di Thomas Hardy, che dopo anni di assenza dagli scaffali è tornato grazie a Fazi in una nuova, magnifica edizione cartacea dalla copertina a dir poco ipnotica (quando pensavo alla protagonista la immaginavo esattamente con il viso della ragazza di questo dipinto *_*


Per non annoiarvi con la solita recensione ho deciso di pubblicare anche qui la lettera che ho scritto all'autore in persona (secondo voi mi risponderà?? xD) per parlargli delle mie (personalissime e discutibilissime) impressioni sul suo romanzo...

Caro Thomas (perdona la mia libertà nel chiamarti per nome, ma dopo una conoscenza di quattro libri direi di poter passare al "tu" xD),

molti dicono che o ti si ama o ti si odia...quindi, o io sono l'eccezione alla regola, oppure non ho ancora deciso! xD Infatti ho letto con piacere tutti i tuoi romanzi (tranne Tess xD) ma ancora non è scattato "l'innamoramento" vero e proprio, e anche se odio Tess non per questo odio te xD
Ho appena finito di leggere "A Pair of Blue Eyes" (qui in Italia pubblicato con il titolo "Due occhi azzurri"), il romanzo che hai pubblicato nel 1873, e sono rimasta senza parole! Anche "Via dalla pazza folla" mi era piaciuto, ma devo ammettere di avere una predilezione per questo. Le descrizioni paesaggistiche non sono ancora struggenti come in Tess dei D'Uberville ma già si rivelano potenti, e per la prima volta non ho provato antipatia per nessuno dei personaggi. Anzi.
Ma andiamo con ordine. La tua protagonista, Elfride, è davvero una ragazza a tutto tondo! Buca la pagina per quanto è...viva. Non ha la bidimensionalità cui tendono di solito anche i personaggi meglio caratterizzati, no: con i suoi capricci, la sua dolcezza, la sua civetteria e volubilità sembra davvero una qualsiasi ragazza inglese del 1800 vissuta un po' isolata dai coetanei e per questo molto indipendente e non troppo influenzata dal pensiero corrente, ma anche piuttosto ingenua.
Ora mi chiedo...come hai potuto, dopo aver inventato una ragazza così, partorirne vent'anni dopo una come Tess?? Che ti avevano fatto, nel frattempo, le donne? xD Per non parlare poi degli uomini: Stephen Smith, il primo uomo di cui Elfride si innamora, è a sua volta molto realistico e, seppur pieno di difetti, si fa ammirare per la dignità e la delicatezza; quanto a Mr. Knight (a proposito, è davvero un bel nome), per quanto biasimevole in certi pensieri e comportamenti, risulta di gran lunga più accettabile del suo "successore", il d'Ubervilliano Angel.
Questo per dirti che io non ce l'ho con te e con i tuoi romanzi, ma solo con Tess a quanto pare! xD Dovevi essere piuttosto  disilluso circa la natura umana quando lo hai scritto, e anche se non ti biasimo ti preferisco in questa versione leggermente più "zuccherosa"... se le opere che ancora non ho letto sono simili, potrei perfino scoprire che ti amo, chissà xD
Anche se conoscevo già tutta la trama e una parte del finale (che non mi aveva meravigliata, conoscendoti...) sei riuscito comunque a farmi appassionare alle alterne vicende della tua "eroina" e a sorprendermi nel finale! Non ho capito se il tuo intento nello scriverlo fosse ironico o se sia risultato tale tuo malgrado, ma ad ogni modo l'ho apprezzato davvero. Poi avevo già intuito la tua vena femminista, ma trovare una tale veemente condanna della condizione femminile della tua epoca mi ha deliziata:



"è un pensiero malinconico che gli uomini, che in un primo momento non permettono al verdetto di perfezione che pronunciano nei confronti delle loro innamorate o mogli di essere modificato neppure dalla testimonianza di Dio in senso contrario, una volta che ne sospettano la purezza, le impiccano moralmente sulla base di prove che si vergognerebbero di accogliere nel giudicare un cane".



In realtà tutto il romanzo è una miniera di citazioni veritiere e poetiche a un tempo:


"Gli uomini possono amare con più intensità per qualche tempo, ma le donne amano più a lungo"



Insomma, ne sono entusiasta e lo consiglierò a tutte le mie conoscenze.
Sperando di rivederti presto "Nel bosco" o presso "La brughiera" ti porgo i miei più sentiti ringraziamenti!

Carmela


Titolo: Due occhi azzurri
Autore: Thomas Hardy
Casa editrice: Fazi
N. Pagine: 428
Prezzo cartaceo: 18 euro
Prezzo ebook: 9,99 euro

22 commenti:

  1. Uhm, mi vergogno a dire che non ho mai letto nulla di HardyxD Sono però convinta che lo amerei quindi, pur avendo già a casa Tess, credo che approfitterò degli sconti della Fazi e mi prenderò almeno quest'ultima pubblicazione, a maggior ragione dopo le tue sentitissime parole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono così tanti autori che è davvero difficile non ne manchi nessuno all'appello! xD Io per esempio sono molto carente in Letteratura Americana :S Ad ogni modo Hardy scrive come un tragediografo greco, quindi quando decidi di leggerlo preparati psicologicamente...però ti piacerà! ^^ Due occhi azzurri può essere un ottimo inizio :D

      Elimina
  2. Ammetto di non aver letto nulla di quest'autore quindi non ho elementi di paragone ma questo romanzo già mi attirava e dopo la tua sentita lettera sono sempre più convinta di acquistarlo. Grazie sempre alle tue belle letture! Baci Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per leggere Hardy bisogna prepararsi psicologicamente alla tragedia ma poi si resta decisamente ammaliati dalla sua scrittura poetica e impeccabile...Due occhi azzurri secondo me è un ottimo modo per conoscerlo :D Grazie a te di seguirmi con tanta assiduità! <3 Un bacione :*

      Elimina
  3. Sempre ottimi i tuoi consigli per gli acquisti. Fortuna che da qualche anno ormai alcune case editrici medio - piccole stiano traducendo vere chicche dell'Ottocento europeo, ciò che piace a noi. Ti consiglio un'uscita di qualche mese addietro, "Carmela" del grande Francesco Mastriani, autore di un romanzo d'appendice che sicuramente conoscerai, "I Misteri di Napoli". Assicuro che ti piacerà !
    Cari Saluti
    Riccardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono felice che li trovi utili e interessanti! *_*
      Il Romanzo che mi hai consigliato l'ho visto in libreria e in effetti mi ispirava, ora mi toccherà proprio prenderlo! :D grazie, a presto!

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Ciao, nuova follower; complimenti per il blog e le recensioni; qui c'è l'ultima recensione che ho pubblicato, se ti va dacci pure un'occhiata e diventa lettrice fissa da me; trovi il blog anche su instragram come: ioamoilibrieleserietv; grazie

    https://ioamoilibrieleserietv.blogspot.it/2017/09/recensione-noi-siamo-tutto-nicola-yoon.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao benvenuta! ;D Vengo molto volentieri da te, grazie e a presto! :*

      Elimina
  6. Di Hardy non ho ancora letto niente, ma ho guardato due miniserie e due film tratti dai suoi lavori. Dici che vale?
    No, a parte gli scherzi, credo che aver visto queste trasposizioni mi abbia comunque aiutato a capire all'incirca quali siano i temi portanti nella sua narrativa, e in libreria ho già due suoi romanzi che aspettano, prima o poi arriverà il momento perfetto per leggerli. Anche questo mi stuzzica molto, ma sto cercando di trattenermi per una questione di dignità; se non altro, potrei almeno degnarmi di leggere uno dei libri che già ho prima di comprarne un altro, ti pare? Aaaah, se non fosse che la copertina è così bella, che davvero ti lascia senza fiato. Temo davvero di non avere abbastanza fibra morale per resistere alla tentazione, sigh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha sai a volte io guardo prima i film per capire se la storia possa piacermi o meno e poi se sono molto colpita passo al libro...tanto la lettura di un libro veramente buono non è mai rovinata dal conoscere la trama e il finale! :D Avendo visto i film almeno sai cosa aspettarti da Hardy (non eventi fortunati, per esempio! xDD).
      Non me ne parlare, anch'io accumulo più libri di un autore quando mi ispirano e poi aspetto il momento giusto per leggerli (alcuni aspettano da anni...XD )

      Elimina
  7. Ciao Angimela,
    per curiosità chi preferisci tra Hardy, Trollope e Gaskell ? E tra i francesi e gli inglesi? Ovviamente in linea di massima come stile e plot.
    Saluti
    R

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! :D Tra i tre che hai nominato direi la Gaskell, più affine ai miei gusti per quanto riguarda le tematiche...ormai ho letto quasi tutto quello che ha scritto e devo dire che mi è piaciuto quasi tutto. Però di Hardy amo lo stile poetico, e di Trollope l'ironia! :D
      Anche scegliere tra francesi e inglesi è arduo...i primi in generale sono più movimentati nelle trame ma mancano d'ironia, per me comunque molto importante. Credo, tutto sommato, di essere più affezionata agli inglesi :D Ma Hugo e Dumas sono geni indiscussi!

      Elimina
  8. Anch'io acquisto a vagonate ... poi capita che in effetti il tempo per un autore o un suo libro particolare non arrivi mai. Amate Balzac ? A me piace parecchio anche se poco ironico e molto sarcastico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Balzac pure mi piace molto, anche se ho letto ancora poco della sua produzione sconfinata. Eugenie Grandet è un capolavoro <3

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Il Colonnello Chambert, Papa' Goriot, Il Cugino Pons, La Cugina Bette, sono altrettanto "laceranti" come Eugenie Grandet, Le Illusioni Perdute ha un respiro più ampio e ci si immedesima completamente nella storia parteggiando e spesso anche odiando il protagonista ...
    E poi si parla in concreto dell'editoria del XIX secolo, non particolarmente differente da quella attuale, fra intrallazzi di tutti i generi e colori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio leggerli assolutamente, perché i libri sono tanti e il tempo così poco?? :(( In particolare Le Illusioni Perdute mi attira tantissimo!

      Elimina
  11. Devo ammettere una cosa, Thomas Hardy mi ha sempre incuriosito ma ancora non l'ho mai letto. Tuttavia ho letto da cima a fondo tutte le tue appassionate recensioni sui suoi romanzi, e tutte le volte puntualmente mi dico che dovrei provare.
    Hai qualche suggerimento? Da dove potrei iniziare? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, scusa il ritardo nella risposta ma è un periodaccio e sto colpevolmente trascurando il blog! Ma recupererò :D
      Hardy non è esattamente tra i miei autori preferiti, provo per lui sentimenti contrastanti perché è davvero moolto particolare...sono capace di passare dall'amore all'odio a seconda del capitolo o anche della pagina ahaha xD Ma secondo me un buon inizio soft, per conoscerlo senza restare troppo "traumatizzati" è "Via dalla pazza folla" :D Se lo leggi fammi sapere se ti piace! ^^

      Elimina
  12. Great post!

    You have a nice blog!

    Would you like to follow each other? (f4f) Let me know on my blog with a comment! ;oD

    Have a great day!

    xoxo Jacqueline
    www.hokis1981.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you! :D See you soon on your blog! ^^

      Elimina